Articoli del Blog

LO PSICOLOLGO DELL’ETA’ EVOLUTIVA. Chi è? Di cosa si occupa? Come lo fa?

bambino felice allarga le braccia in un campo di grano

Lo psicologo  è un professionista sanitario che in ambito psicologico svolge attività di prevenzione, diagnosi, abilitazione e riabilitazione  per il singolo, la coppia  e/o per gruppi sociali.   All’interno del centro Libera Corpo Mente si occupa specificatamente della cura delle difficoltà psicologiche  dei bambini e degli  adolescenti facilitando le relazioni familiari tra adulti e   bambini anche attraverso dei supporti pratici e dei percorsi specifici per i genitori.

Chi è lo Psicologo dell’età evolutiva ?

Il percorso formativo del professionista prevede la laurea in psicologia, dopo l’abilitazione alla professione di psicologo  può frequentare una scuola di specializzazione con vari  indirizzi  di riferimento.

Lo psicologo in età evolutiva  impronta il suo lavoro sulle difficoltà, i disagi e le problematiche nell’ambito specifico dello sviluppo infantile al fine di  migliorare lo stato di salute psicofisico dei minori in trattamento.

Cosa fa?

Durante l’età evolutiva (dai 3 ai 18 anni) il bambino prima e ragazzo poi, affronta molti cambiamenti (fisici, emotivi, comportamentali), continue prove, infinite sfide quotidiane. Non tutti riescono ad affrontare tutto questo senza ripercussioni sul proprio stato di benessere ed equilibrio psicofisico.

E in questo contesto che può nascere un malessere fonte di grande disagio. Tale disagio può essere verbalizzato o somatizzato ed esplodere sotto forma di problemi fisici, comportamentali, emotivo-relazionali.

Quando il bambino/adolescente manifesta difficoltà nell’affrontare situazioni dal forte impatto emotivo, lo psicologo dell’età evolutiva, offre un lavoro di supporto psicologico per accompagnare il giovane e la sua famiglia nel districarsi tra le difficoltà vissute o quotidiane.

Alcune delle problematiche manifestate dal minore possono essere:

  • Disturbi del comportamento
  • Disturbi emotivo-relazionali
  • Disturbi della personalità
  • Disturbi del comportamento alimentare
  • Dipendenze

Il lavoro di squadra è fondamentale per fare un’analisi completa ed un intervento specifico e cucito su misura del bambino e della sua famiglia pertanto lo psicologo ,come tutte le altre figure presenti all’interno dell’equipe multidisciplinare LiberaCorpoMente, lavora in rete intorno al bambino.

Tra gli obiettivi che la terapia si propone di raggiungere – oltre all’identificazione e all’elaborazione delle dinamiche che hanno causato il disagio – sicuramente abbiamo :

  • miglioramento della percezione del Sé,
  • miglioramento dell’autostima,
  •  consapevolezza dei propri limiti e delle proprie risorse
  • il riconoscimento delle proprie emozioni e delle difese che vengono messe in atto quando queste divengono intollerabili e ingestibili.
  • Miglioramento dell’autoregolazione comportamentale
  • Miglioramento delle relazioni sociali

Quali sono le sue competenze?

Gli psicologi  riconoscono la necessità di riferirsi ad un modello teorico multifattoriale che tenga conto di:

  • Tappe dello sviluppo normale del bambino;
  • Continuità tra salute e patologia;
  • Continuità tra fanciullezza e vita adulta
  • Collegamento con elementi del contesto di vita del bambino, in linea con l’approccio bio-psico-sociale (OMS,1948);
  • Individuazione dei fattori di rischio della psicopatologia e fattori protettivi;

Lo specialista in psicologia dell’età evolutiva si occupa di valutare, diagnosticare e trattare terapeuticamente disfunzioni presenti in questa particolare fase della vita. Il lavoro svolto sempre all’interno dell’equipe multidisciplinare può essere di due tipologie:

  • diretto se svolto con il bambino
  • indiretto se rivolto ai genitori

Tante sono le modalità di intervento che variano in relazione all’età del minore e motivate dalle differenti situazioni di malessere espresse.

All’interno del nostro modello di lavoro utilizziamo diverse modalità in maniera integrata e specifica per ogni bambino. Ogni intervento è pensato, individualizzato e cucito su misura e questo è possibile grazie ad una collaborazione attiva con il genitore che è parte integrante del progetto.

Ogni genitore dopo essere stato adeguatamente informato sceglie responsabilmente il percorso da intraprendere tenendo conto dei bisogni propri, di quelli del minore e della propria famiglia in generale.

Lo psicologo svolge anche una funzione di sostegno e accompagnamento delle situazioni relazionali complesse, funzione di risolutore-facilitatore o mediatore qualora ci si confronti con rapporti familiari critici caratterizzati da alterazione dei normali equilibri.

Si tratta, quindi, di sollecitare il processo di elaborazione delle esperienze traumatiche o dolorose e di lavorare a favore di un buon equilibrio psichico, dando ascolto ai vissuti del mondo interno e sostenendo il processo di integrazione.

Questo processo di cambiamento è utile per il presente del bambino e soprattutto per il suo futuro al fine di dargli gli strumenti necessari per affrontare le piccole e/o grandi difficoltà della vita che inevitabilmente sarà chiamato ad affrontare.

Primo piano di un bambino con gli occhi nocciola che  guarda
primo piano bambino

Quali strumenti utilizza?

Gli strumenti principali di intervento sono:

  • colloqui con i genitori;
  • compilazione di interviste e questionari sia per i per i genitori sia per i bambini ed eventualmente per i loro insegnanti;
  • colloqui con il bambino;
  • sedute e osservazione di gioco;
  • valutazione del livello cognitivo ed eventuali approfondimenti neuropsicologici.
  • riunioni di condivisione con l’equipe multidisciplinare
  • incontri con gli insegnanti e le figure che ruotano intorno al bambino

I genitori sono i detentori non solo della responsabilità della salute del figlio ma anche dell’avvio della consultazione con lo psicologo. In tale colloquio obiettivo principale è di conoscere le preoccupazioni dei genitori circa lo sviluppo psicologico dei figli.

Lo psicologo propone in seguito alcuni incontri con il minore, per appurare il suo stato psicologico, il suo equilibrio psichico, la qualità delle sue risorse affettive ed emotive in correlazione all’età anagrafica, lo stato generale dello sviluppo .

Il processo terapeutico privilegia attività creative che mettono il bambino a proprio agio, favorendone la libera espressione.

La terapia psicologica come tutte le altre forme di terapia all’interno del metodo LiberaCorpoMente viene svolta attraverso l’uso del  gioco.

 Il gioco è lo strumento attraverso il quale il bambino può farci entrare nel suo mondo, è lo strumento che possiamo utilizzare per conoscerlo e per aiutarlo a risolvere le sue difficoltà qualunque esse siano.

È l’espressione del mondo del bambino ed è lo spazio dove ritrovare lo stato di benessere psicofisico e sviluppare quindi tutto il proprio potenziale. Il gioco è lo strumento ma non il fine della terapia che viene svolta con obiettivi specifici programmati e condivisi con la famiglia.

Il giocare ed il disegnare permettono agli esperti grazie ad una formazione specifica e continuativa di avere un’immagine chiara di come il bambino vede e vive il mondo e le sue relazioni.

Quando è utile l’intervento dello Psicologo?

Alcune delle più comuni problematiche affrontate nelle consultazioni in età evolutiva sono:

  • periodi di particolare tensione in famiglia
  • comportamenti problematici o periodi di regressione
  • vissuti di preoccupazione o ansia rispetto al bambino;
  • vissuti personali traumatici che si possono riattivare con la genitorialità;
  • difficoltà di regolazione del bambino sul piano emotivo-comportamentale (es. fatica con regole e limiti);
  • fatiche di separazione (es. dopo l’inserimento al nido o all’asilo);

Il primo passo è parlare con il proprio pediatra, il quale potrà valutare se sia utile o necessario rivolgersi ad uno psicologo dell’età evolutiva al fine di ricevere un supporto per le diverse fasi della crescita, dalla prima infanzia all’adolescenza.

Lo psicologo insieme agli altri membri dell’equipe multidisciplinare segue i bambini anche attraverso colloqui con gli insegnanti partecipando attivamente ai vari Gruppi di Lavoro che si costruiscono intorno al bambino.

Al fine di monitorare costantemente l’andamento della terapia stessa è fondamentale costruire e mantenere una “rete” intorno al bambino.

La collaborazione fra le parti è fondamentale perché:

  • velocizza i processi di guarigione
  • permette l’espressione delle abilità specifiche
  • riduce notevolmente i tempi di terapia
  • favorisce il raggiungimento degli obiettivi prefissati

La collaborazione è necessaria sia all’interno dei membri della stessa equipe multidisciplinare sia all’esterno e quindi con la famiglia, la scuola e tutte le principali figure che ruotano introno al bambino.

Può interessarti anche questo https://www.youtube.com/watch?v=SjuWLWp3OlM

Catia De Nuzzo, Neuropriscomotricista

Specializzata in ambito NEUROPSICOLOGICO in età evolutiva, Tutor DSA E BES certificato M.I.U.R., Fondatrice del metodo e centro Liberacorpomente.

Sono mamma e Neuropsicomotricista dal 2006 specializzata nell’analisi dello sviluppo dei bambini e nella costruzione di percorsi personalizzati di stimolazione neuropsicomotoria, neuropsicologica e neurolinguistica.

Il mio obiettivo è quello di poter arrivare a tutti i genitori e i  bambini  che sentono il bisogno di cambiamento per migliorare la vita scolastica, l’apprendimento e la crescita dei propri figli e non sanno come farlo.

Ho creato il metodo Liberacorpomenteha visto l’espressione dei talenti di più di 1.500 bambini in Italia, per stimolare il pieno sviluppo dei bambini e nel contempo rendere i genitori autonomi anche dopo l’intervento specialistico attraverso un approccio del sapere -saper fare- nuovo sapere. Creo eventi formativi anche con gli insegnanti per condividere  gli obiettivi personalizzati.

Prenota il tuo primo incontro GRATUITO

Durante questo incontro conoscitivo potrai capire qual è il problema e scoprire come risolverlo

Prenota il tuo primo incontro GRATUITO

Durante questo incontro conoscitivo potrai capire qual è il problema e scoprire come risolverlo

Contattaci senza impegno

Prenota telefonicamente, o scrivici per avere maggiori informazioni sui nostri servizi.